Red. PinkFive Liceo Carlo Urbani
Red. PinkFive Liceo Carlo Urbani

In una giornata cupa come qualche pezzo trap sicuramente non guasta: un pezzo di Sfera? O magari Ghali o ancora la discutissima DPG? Ne sentiamo parlare oramai tutti i giorni: la musica “Trap” è diventata un genere da classifica e, non a caso, i suoi principali esponenti continuano a sfornare canzoni che intasano radio, classifiche e playlist di spotify. Ma fra basi, rime e quant’altro… vi siete mai chiesti di cosa si tratta? Scopriamolo insieme ma prima ascoltiamone un pezzo:

Come potete sentire si tratta di una musica nuova, ancora difficile da capire, descrivere, e spesso accettare. Partiamo dalla musica: una melodia ripetitiva che viene riprodotta a loop. Per quanto riguarda la voce, è un rap che fugge da rime o altro, spesso supportato dall’uso dell’autotune che rende la voce un mix fra rap e cantato.

I testi, poi, si legano a tematiche come droga, soldi, fama, successo, sesso spesso con ironia provocatoria. Ognuno di loro ha uno stile del tutto personale, perché proprio come gli altri generi anche la Trap si sta evolvendo e, perché no, uscendo dagli schemi.

Un esempio eclatante è come si fa chiamare Young signorino, “il figlio di satana”, forse uno dei nomi più pronunciati e controversi: tatuaggi sul viso e testi al limite della provocazione deliberata. Tra i suoi video musicali troviamo anche “Dolce droga” o “Mmh ha ha ha”:

Nelle ultime ore Young Signorino è tornato prepotentemente a guadagnarsi le attenzioni del web, e ancora una volta la musica c’entra relativamente. Dopo persistenti insulti durante il live, ad un certo punto young signorino non ce l’ha fatta più: ha scagliato il microfono sul pubblico ed ha abbandonato lo show!

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami