Cos’ è la trap?

Musica Trap, Red. 404 Not Found
Musica Trap, Red. 404 Not Found

La trap è un sottogenere musicale dell’ hip hop, che si svilupppa negli Stati Uniti e si diffonde in tutto il mondo agli inizi del 2000.

Questo genere è caratterizzato da testicupi e minacciosi, che comunque possono essere molto diversi per ogni rapper. I temi tipici rappresentati nei testi sono la vita di strada tra criminalità e disagio, la povertà, la violenza, lo spaccio di sostanze stupefacenti e le dure esperienze che l’artista ha affrontato nei dintorni della sua città.

La parola “Trap” deriva da “traphouse”, appartamenti abbandonati dove gli spacciatori americani preparano e spacciano sostanze stupefacenti.

Inoltre la parola trapping in slang significa “spacciare”.

Questa musica è infatti molto legata ad ambienti e tematiche relative a vendita e dipendenza da droghe.
In Italia le prime influenze della musica traparrivano intorno al 2010, con brani ancora descritti come alternative rap: come “Il Ragazzo D’Oro” di GuePequeno ma il vero boom del genere inizia però con gli album “XDVR” del trapper milanese Sfera Ebbasta.
Così come in America e in Italia anche nei quartieri popolari di Napoli per gli stessi motivi elencati in precedenza, molti giovani sognanodi diventare trapper: i neo melodici sono i veri trapper italiani, non scopiazzano nessuno, cantano ciò che vivono e vivono ciò che cantano, in contesti sociali difficili, proprio come i rapper americani. La trap quindi nasce come genere musicale che ha dato la possibilità a determinate fasce sociali di essere rappresentate e quindi di avere una voce.

Geolier, uno dei trapper più voga nel partenopeo

Geolier, Red. 404 Not Found
Geolier, Red. 404 Not Found

Geolier nasce come fenomeno: più che con una crescita progressiva, la sua carriera è nel vero senso della parola esplosa con un paio di brani. In tempi in cui i fenomeni passeggeri sono all’ordine del giorno, l’artista napoletano deve trovare la strada per restare. In pochissimo tempo ha avuto un grande riconoscimento da parte degli esponenti del trap partenopeo.
Il successo inizia per lui in terra partenopea, grazie al singolo “P secondiglian” poi una diffusione più ampia su tutto lo ‘stivale’, anche se per Geolier il processo di “nazionalizzazione” del pubblico è ancora in fase embrionale. Geolier, così comeEnzo Dong e Vale Lambo,il sistema lo respirano ogni giorno. Un mondo che inevitabilmente entra nelle loro canzoni: droghe, faide, spacciatori, auto, amori e morti ammazzati. Storie di strada che arrivano a centinaia di migliaia di ragazzi solo con il passaparola. Ormai i trapper dominano le classifiche e fanno numeri da fare invidia alle pop star.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami