Tempo di lettura: 2 minuti

Il Festival della comunicazione 2022 è dedicato alla libertà, quella forza istintiva e viscerale, che muove i nostri gesti più profondi e i nostri desideri.

Cos’è la libertà? Dicono gli ideatori del Festival :

È quella condizione che ci consente di esprimere chi siamo nel profondo e di manifestare agli altri la nostra identità e la nostra individualità, oltre qualsiasi forma di costrizione e di condizionamento, oltre i vincoli imposti da sovrastrutture sociali, religiose e morali che, nate per garantire la libertà, spesso finiscono per schiacciarla sotto il loro peso.

La libertà è il motore della comunicazione

È un motore potente che spinge l’uomo oltre le barriere del possibile, oltre i pregiudizi e le costrizioni, oltre i limiti fisici e mentali. 

Per noi è anche viaggiare, esplorare nuovi territori, immaginare nuove mete, porsi nuovi traguardi, al di là del tempo e dello spazio, anelito verso l’eterno, in una lotta continua contro la morte e contro il destino.

Comunicazione e libertà

Nell’età delle bolle informative, della ricerca di risposte senza più fiducia nella guida degli esperti non c’è libertà senza memoria, senza coscienza di sé e conoscenza dell’altro.

Questa condizione ideale viene dal confronto aperto e dalla possibilità di dare espressione alle forme più varie di pensiero, di amore, di fede e di ragione.

I molteplici linguaggi dell’arte, della cultura, della creatività, della musica sono il primo veicolo della libertà e il suo miglior strumento di difesa.

Perché libertà è ascolto, immaginazione, scoperta, sguardo nel profondo della nostra natura, là dove la mente lascia spazio al sentimento, dove abita l’inesprimibile.

Perché libertà è prima di tutto partecipazione.

È la possibilità di realizzarsi, di dar corpo alle proprie aspirazioni, senza limiti sociali o di genere, vincendo le resistenze culturali e cognitive, a volte ancora vive nella nostra società.

È aprirsi alle opportunità, con intelligenza e accortezza, responsabilità e rispetto, guidati dalla furia prorompente del sentimento ma anche dalla fine acutezza della mente.

Il Festival 2022

Raduna quest’anno più di 160 ospiti protagonisti di oltre 100 appuntamenti organizzati dal pomeriggio di giovedì 8 alla serata di domenica 11 settembre, come sempre nella cornice di uno dei borghi marinari più spettacolari della nostra penisola: Camogli.

L’evento mette insieme scienza e storia, tecnologia e filosofia, imprenditoria e giustizia, dando vita a insoliti mix capaci di innescare confronti inaspettati, anche al di là della notorietà dei singoli ospiti.

Un programma ricco di appuntamenti che puoi scoprire qui

Come seguire il Festival

Gli eventi del Festival della Comunicazione sono tutti dal vivo e in presenza e, come ogni anno, sono per tutti gratuiti.

Per partecipare è necessaria la prenotazione, tramite registrazione dalla pagina dedicata agli eventi, attiva da lunedì 29 agosto alle ore 12:00 (per gli eventi principali i posti potrebbero andare esauriti in pochissimi minuti).

Gli eventi più attesi saranno trasmessi live contemporaneamente su più palchi, e quasi tutti gli incontri saranno disponibili anche online in diretta streaming su YouTube. Inoltre il Festival vive su InstagramFacebook e sulle piattaforme per il podcasting (il nickname è festivalcom) con serie podcast dedicate.

Un appuntamento da non perdere tra ospiti, spettacoli e laboratori.

×