Tempo di lettura: 3 minuti

Succede che nelle strade di Napoli, vediamo un teatrino e ci chiediamo ma chi è che parla? un uomo? una donna?
No, semplicemente è la voce di Pulcinella che prende vita nelle mani di Federica alias Anemarte ed è da qui che le chiediamo di svelare i segreti dell’arte delle Guarattelle, dalla tradizione napoletana, il cui protagonista assoluto è Pulcinella.

LA NASCITA DI ANEMARTE

Come nasce l’interesse di Federica per il mondo dei burattini?

Ho avuto un’illuminazione durante un laboratorio tenuto dal maestro Bruno Leone, grazie al quale ho avuto l’opportunità di incontrare il mio attuale maestro Salvatore Gatto, con cui ho costruito i miei primi burattini e ho dato spazio all’immaginazione.

Qual è il tuo rapporto con Pulcinella?

Quando indosso Pulcinella succede una sorta di miracolo
è come se prendesse vita nelle mie mani e io sono solo il suo tramite. Mi dimentico di tutti i problemi e ritorna il buon umore e lo trasmetto a chi passa e mi guarda.

PULCINELLA

Chi è Pulcinella?

Pulcinella è il simbolo del popolo, dell’antieroe.
A differenza delle fiabe, in cui l’eroe ha delle missioni e abbatte gli ostacoli, Pulcinella rappresenta l’essere umano intento ad affrontare difficoltà umane.

LA VOCE DI PULCINELLA

Come si realizza la sua voce?

La voce è realizzata con la pivetta, uno strumento artigianale, che consta di due placche in argento unite da un tessuto che vibrando provoca la voce gallinacea.

PULCINELLA E IL RAPPORTO CON LA VITA

Hai mai messo in scena i tuoi spettacoli all’estero?

Il mio intento è portare l’arte delle guarattelle in viaggio. Nello spettacolo, utilizzo un linguaggio maccheronico per avvicinarmi al pubblico e per mantenere la napoletanità.
Le storie sono semplici e visive
, con la musicalità si capisce sempre quello che succede.

Qual è il rapporto tra Pulcinella e la morte?

Si dice che Pulcinella sia psicopompo, cioè traghettatore di anime verso la morte. Nel giocare, Pulcinella è come se esorcizzasse la paura più grande dell’uomo.

Qual è il rapporto tra Pulcinella e l’amore ?

Pulcinella aspira ad arrivare all’amore, ma è come se non ci arrivasse mai, non riuscirà mai a sposare Teresina. L’amore per lui è inteso come ideale, stile di vita, simbolo di tenerezza nelle cose della vita.

Perchè Pulcinella dà le botte?

Pulcinella è furbo, ma anche fesso. Ricorre allo scherzo per aggirare l’ostacolo. Quando si imbatte in un abuso di potere, la sua unica arma è un bastone di legno, uno strumento semplice e di facile realizzazione, rispetto la spada più nobile utilizzata dal brigadiere e dal guappo.

CONOSCIAMO LE EMOZIONI DI FEDERICA

Hai mai avuto paura?

Ho sempre paura quando devo andare in scena, soprattutto quando non mi trovo in strada.

Un episodio che ti è rimasto nel cuore?

Durante uno spettacolo in un centro culturale a Parigi, ho montato la baracca senza viti. Nonostante il teatrino traballante, c’era una bambina particolarmente divertita.
Ed è stato bello sentire da sua madre che di solito perdeva subito l’attenzione, ma per la prima volta, ero riuscita a tenerla incollata alla sedia.

IL MESSAGGIO DELL’ARTISTA

Mi sento di dire di non far mai morire la propria immaginazione e l’amore per il fanciullo dentro di noi.

Scritto da Ilaria Calì

Commenta con Facebook😉
×