Tempo di lettura: 2 minuti

Il WorkAway è scambio tra host e viaggiatori, dove i “workawayers” si confrontano con gli host per poche ore lavorative in cambio di vitto e alloggio.

Gli host possono essere persone, famiglie o piccole organizzazioni di più di 170 Paesi del mondo.

Come funziona il workaway?

Per vivere un esperienza di Workaway bisogna registrarsi ai diversi siti, noi consigliamo Workaway e Worldpackers. L’iscrizione è a pagamento, il costo anno è di circa 30€ a persona e circa 50€ in coppia.

Sul database dei diversi portali sono presenti migliaia di host sparsi in tutti i continenti, ma nulla vieta di realizzare un’esperienza nel proprio Paese, o perchè no, nella propria regione! 

workaway

Ogni host propone un’offerta di ospitalità e specifica il tipo di aiuto richiesto al workawayer e gli eventuali requisiti necessari. I compiti proposti da WorkAway possono andare dal giardinaggio, al baby sitting, alla cura degli animali nelle fattorie, alla gestione di ostelli e tanto altro ancora. Ad ogni modo l’unico requisito fondamentale è quello di avere almeno 18 anni.

Sui siti puoi decidere di viaggiare da solo, in coppia o anche in gruppo, per avere un’esperienza a 360° .

workaway

La settimana tipo del workawayers

Come detto in precedenza, in cambio di ospitalità dovrai lavorare per gli host, parliamo di circa 20/25 ore a settimana, generalmente in orari mattutini e per circa 4-5 giorni alla settimana.

Ciò significa che il tempo restante è libero e potrai utilizzarlo per fare ciò che ti piace, come una sorta di impiego part-time. Per quanto riguarda i pasti, quasi sempre sono inclusi sia colazione, che pranzo che cena.

Il Workaway è un esperienza davvero unica, la consigliamo vivamente di intraprendere, anche per fare un viaggio diverso spendendo niente (o quasi!).

E voi? Avete il coraggio di partire per un esperienza simile?

×