Tempo di lettura: 4 minuti

Era stata annunciata al D23 Expo nel 2019 ed è finalmente diventata realtà, portando con sé una serie di grandi sorprese: She-Hulk: Attorney at Law !

Non solo ha il compito di lanciare Jennifer Walters nel Marvel Cinematic Universe, ma promette anche di giocare col genere e con i suoi personaggi come mai prima.

© 2022 MARVEL.

She-Hulk: Attorney at Law è un’esclusiva Disney+. Gli episodi – nove, in totale – saranno tutti distribuiti sulla piattaforma streaming con cadenza settimanale, a partire dal 18 agosto.

Chi è Jennifer Walters?

Stan Lee e Steve Buscemi idearono Jennifer Walters nel 1980, come personaggio secondario da inserire nelle storie dedicate a Bruce Banner/Hulk.

Poi, nel 1989, fu John Byrne a renderla protagonista nella serie Sensational She-Hulk, la run di fumetti da cui pure la serie televisiva prende ispirazione.

Jennifer è un’avvocata ed è proprio a causa del suo lavoro che finisce per ottenere i poteri. Nel primo numero che le viene dedicato, cura la difesa in un processo che vede imputato Nicholas Trask, un boss di Los Angeles.

Viene gravemente ferita in un attentato organizzato dal boss, ma riesce a salvarsi grazie all’intervento del cugino Bruce Banner e a una trasfusione del suo sangue. Una volta entrata in contatto con il gene gamma, acquisisce così la facoltà di trasformarsi in She-Hulk.  

A differenza di Bruce, Jennifer riesce a controllare le sue trasformazioni.

È una donna che ama il divertimento – motivo per il quale, a un certo punto, verrà anche espulsa dagli Avengers -, ironica, empatica, energica.

Come Deadpool, rompe spesso la quarta parte e si rivolge direttamente ai lettori.

Nel Marvel Cinematic Universe

Com’è già capitato nelle altre produzioni Marvel, anche She-Hulk: Attorney at Law riadatta in parte il materiale di partenza, pur non tradendone lo spirito, per meglio integrarsi nell’MCU.

La She-Hulk interpretata da Tatiana Maslany ottiene i poteri in seguito a un incidente automobilistico, per un casuale contatto con il sangue di Bruce Banner. Niente trasfusione, niente attentato del boss. Jennifer e Bruce vengono attaccati, per motivi tutti da chiarire, da un’astronave proveniente dal pianeta Sakaar – già visto in Thor: Ragnarok – che li manda fuori strada, ferendo entrambi.

Non solo un’avvocata attenta ai diritti civili, come nelle pagine del fumetto, ma nella serie televisiva Jennifer è anche una supereroina chiamata a difendere altri supereroi. She-Hulk diventa così il volto di uno studio legale che si occupa di cause legate al mondo dei vigilanti e dei soggetti dotati di poteri.

È una delle riletture più riuscite, perché dà allo show la possibilità di rispondere a una serie di domande lasciate in sospeso in passato.

Non a caso, la serie è stata più volte paragonata a Ally McBeal, andata in onda dal 1997 al 2002. Anche in quel caso la protagonista, interpretata da Calista Flockhart, era un’avvocata di successo. She-Hulk: Attorney At Law ci ha pure scherzato, nel secondo episodio: mentre Jennifer è al bar, una tv trasmette una replica dello show della Fox.

Jessica Gao – showrunner della serie – ha avuto modo di parlarne in un’intervista:

Per gli sceneggiatori, in realtà non era previsto. Non abbiamo mai parlato di “Ally McBeal” o fatto riferimento a lei. Perché direi che la maggior parte del team degli autori era un po’ giovane per aver conosciuto davvero quella serie tv durante il suo periodo di massimo splendore. Ma sì, le persone non possono fare a meno di fare il confronto con “Ally McBeal”. Quindi mettere “Ally McBeal” nel bar è stata una scelta fatta durante la post-produzione”.

Qualche sorpresa

She-Hulk è un personaggio che, nei fumetti, ha spesso collaborato con altri supereroi. È stata membro degli Avengers, dei Difensori, persino dei Fantastici 4. Per questo e per la natura dello show, sin da quando è stato annunciato si è ipotizzato che nella serie avrebbero potuto trovare spazio vecchie e nuove conoscenze.

Come raramente accade, le aspettative non sono state disattese. Jessica Gao ha annunciato che nel quarto episodio She-Hulk incontrerà Wong, lo Stregone Supremo già visto nelle avventure di Doctor Strange, degli Avengers e recentemente nel film dedicato a Shang-Chi.

,

Soprattutto, in She-Hulk: Attorney at Law tornerà anche il Daredevil di Charlie Cox. L’attore aveva ripreso i panni di Matt Murdock per un breve cameo in Spider-Man: No Way Home, nelle vesti di avvocato di Peter Parker, ma tornerà finalmente a indossare anche la maschera del Diavolo di Hell’s Kitchen.

Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage, Iron Fist e The Punisher sono stati protagonisti personaggi Marvel adattati da Netflix nelle cinque serie omonime, dal 2015 al 2019. Poi, la Disney ne ha riottenuto i diritti, le serie hanno lasciato Netflix e sono sbarcate su Disney+.

She-Hulk spiegherà quale legame c’è tra i prodotti Netflix e l’MCU, e chissà che altri personaggi non facciano una comparsata a sorpresa.

×