Tempo di lettura: 3 minuti

La bicicletta è il mezzo ideale per immergersi nel paesaggio e godersi la natura. 

Pensateci, viaggiando in macchina quanti particolari sfuggono?

Tanti, tutti quelli che in bicicletta non perdereste. Che sia la prima volta o che l’esperienza si ripeta ogni estate, un viaggio in bici è una miniera di emozioni che però richiede impegno e un po’ di fatica. Ma ripaga, tanto.

E se proprio non siete abituati alla fatica ci sono le biciclette elettriche che possono darvi una spinta. Nel vero senso della parola. Grazie al motore la pedalata viene assistita e la bici quasi va da sé. Quasi, perché comunque bisogna pedalare.

Scelto il mezzo, non rimane che selezionare la meta. In Italia sono davvero tante le escursioni che si possono intraprendere in bici. 

Piste ciclabili, itinerari, percorsi e vie lunghe di vario tipo. Dai pascoli e le vette delle Alpi fino al Mar Mediterraneo, passando per la Liguria, gli Appennini, la Campania e così via. Ecco qualche suggerimento:

Ponente Ligure

cicloturisti

La ciclabile del Ponente Ligure nasce sul tracciato costiero della vecchia ferrovia a binario unico tra Ospedaletti e San Lorenzo al Mare, sulla linea FS Genova-Ventimiglia, dismessa nel 2001 e spostata a monte.

Circa ogni 350 metri è possibile lasciare il percorso per visitare uno dei pittoreschi comuni attraversati dall’itinerario oppure accedere alle spiagge, alcune un tempo non raggiungibili se non via mare. Parallelo alla ciclabile corre anche un percorso pedonale. Tutte le info qui

L’eroica

cicloturisti

L’eroica, percorso permanente a spasso per le vie del Chianti nei dintorni di Siena. Prende il nome dell’omonima gara di bici che si snoda per le strade intorno a Siena e composto da due itinerari, quello lungo da 205 chilometri e quello più breve da 135.

Il percorso ad anello è suddiviso in 6 tappe e attraversa, partendo dalla città famosa per il palio e tornando da lei, le strade bianche delle colline del Chianti e della Val d’Orcia, passando per Montalcino e incrociando per un tratto di strada la via Francigena.

Si può decidere di percorrerlo in libertà, ma se si vuole ricevere l’”attestato eroico” occorre collezionare per tutte le tappe del percorso i timbri da apporre sul road book. Tutte le info qui

Ciclovia dell’Acquedotto

La Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese è un percorso cicloturistico di circa 500 km che segue il tracciato di due condotte storiche: il Canale Principale, da Caposele (AV) a Villa Castelli (BR), ed il Grande Sifone Leccese, che dalla fine del primo tratto arriva a Santa Maria di Leuca, alle porte di Lecce.

Si tratta un itinerario che attraversa il Mezzogiorno, che collega tra loro alcuni dei luoghi più affascinanti ma meno valorizzati della Penisola: Alta Irpina, Vulture Melfese, Alta Murgia, Valle d’Itria, Terra d’Arneo ed entroterra del Salento.

Questo tracciato può contare su circa 230 km di strade di servizio già esistenti e in parte precluse al traffico motorizzato. Una via che porta alla scoperta di uno degli impianti più complessi al mondo.
Tutte le info qui

Non vi resta che imbracciare la vostra compagna di viaggio, la bici ed iniziare a pedalare, alla scoperta delle meraviglie italiane.

Commenta con Facebook😉
×