Tempo di lettura: 3 minuti

Generazione Z. Sentiamo continuamente parlare di una fascia d’età di giovani in questi termini, ma chi sono veramente?

La Gen Z è generazione successiva a quella dei Millennials, giovani nati tra la metà e la fine degli anni ’90 e l’inizio degli anni 2010 che sono diventati recentemente la più vasta generazione del mondo, rappresentando quasi un terzo della popolazione globale.

Ne avevamo tracciato un profilo qualche tempo fa qui

Con l’emergere di una nuova generazione successiva alla Gen Z, la cosiddetta generazione Alpha , il termine divenne un termine ombrello per riferirsi, più genericamente, a tutte le generazioni successive a quella dei Millennials.

Qualcuno nel frattempo aveva già coniato, invece, l’espressione iGeneration (in breve iGen) per sottolineare la familiarità di questi nativi digitali con dispositivi hi-tech e ambienti 2.0.

La cultura dell’Estetica

Uno degli obiettivi fondamentali della cultura giovanile è la costruzione dell’identità.

La generazione Z è giovane e sta ancora plasmando la propria realtà. È stata in grado di trovare un’identità, online e offline, incarnando un'”estetica“.

L’estetica della Generazione Z si è affermata soprattutto su YouTube.

Infatti i video che trattano temi riguardanti le estetiche, quali cottagecore, Y2K, dark academia e royaltycore hanno ottenuto oltre un miliardo di visualizzazioni dal 2015.

Ogni estetica ha il suo stile di musica, moda, design, un’identità di base e dei creatori di video che condividono playlist e guide illustrative.

Le tendenze

Tra le principali tendenze estetiche su Youtube , ognuna delle quali ha superato cinque milioni di visualizzazioni annuali l’anno scorso ne abbiamo selezionate quattro

Cottagecore: un modo più semplice di vivere

Il cottagecore è uno stile di vita semplice incarnato dall’album uscito a sorpresa durante la pandemia di Taylor Swift, “Folklore“.

I Gen Zers che si identificano con questa estetica rurale sono interessati alla moda rustica, alle candele, ai fiori e ai colori della terra.

Dark academia: società segrete per studenti

L’estetica dark academia ha la stessa atmosfera di un giallo su un misterioso omicidio in collegio in un’ambientazione gotica.

I Gen Zers che si identificano con questa estetica si vestono rifacendosi a un misto di moda vittoriana e di college privato per darsi un’aria accademica.

Sembrano pronti a risolvere crimini nel bel mezzo della notte. Un po’ in stile Hogwarts di Harry Potter che incontra le società segrete.

Generazione Z
PARIS, FRANCE – SEPTEMBER 29: Couple Reuben Selby and Maisie Williams seen outside Thom Browne during Paris Fashion Week Womenswear Spring Summer 2020 on September 29, 2019 in Paris, France. (Photo by Christian Vierig/Getty Images)

Royaltycore: monarchie sontuose con un tocco gotico

Il royaltycore ha alcune somiglianze con la dark academia, ma invece di essere incentrata sugli studenti, l’estetica si focalizza sulla monarchia.

Il dramma storico di Netflix “The Crown” ha senza dubbio contribuito alla popolarità dei reali, ma questa estetica ha un aspetto ancora più decadente.

Immaginiamo, ad esempio, la sontuosità del film del 2006 “Marie Antoinette”, ma con un tocco gotico.

Y2K: nostalgia per l’inizio del millennio

Y2K è un’estetica basata sulla moda e sull’ottimismo della fine degli anni ’90 e dei primi anni 2000.

La moda post-millennio da cui la generazione Z sta attingendo racchiude molti elementi diversi tra loro, che vanno dai look ispirati alle boy band fangirl, alle tute Juicy Couture

Generazione Z

La variabilità dell’estetica potrebbe il motivo della sua popolarità alimentata per la generazione Z.

I video

Questo aspetto si riflette nelle differenti categorie in cui possono essere organizzati i video sull’estetica.

I video autoprodotti, ad esempio, permettono alle persone di conferire ai loro ambienti tratti visivi propri della loro estetica preferita.

E i video di giochi seguono la stessa idea, con esempi su come modificare l’ambiente di un gioco abbinandolo a un’estetica.

Abbiamo dato solo uno sguardo ad alcune delle estetiche più popolari, ma c’è un mondo molto più vasto da esplorare.

Un mondo che modella le identità, le idee e gli interessi della più grande generazione del pianeta.

Commenta con Facebook😉
×