Tempo di lettura: 2 minuti

La Computer Vision(CV) è un ambito molto importante dell’Intelligenza Artificiale(AI) e nasce con l’obiettivo di “emulare” il comportamento e le capacità dell’apparato visivo umano.

Ad oggi è una delle aree dell’AI più sviluppate e più utilizzate in ambito lavorativo.

Le applicazioni che si basano sulla CV sono relative ad esempio al riconoscimento e alla classificazione di oggetti, persone, animali all’interno di immagini o video.

Ma anche applicazioni in grado di ricostruire ed aumentare la risoluzione di immagini, oppure sistemi di anomaly detection, manutenzione predittiva di cui vi abbiamo parlato qui, tracking di oggetti, riconoscimento delle emozioni e tanti altri ancora.

Come funziona la CV?

Le fondamenta della CV risalgono a prima dell’avvento dell’AI. Nel corso degli anni attraverso diversi studi, sono stati implementati algoritmi in grado di processare e analizzare immagini/video.

Tipici algoritmi sono ad esempio relativi all’estrazione dei contorni in un’immagine, dei volti, di particolari strutture e così via.

Moltissime di queste tecniche sono utilizzate da tutti noi a nostra insaputa, ad esempio tutti i filtri che da anni ci fanno divertire sui diversi social sono basati su algoritmi di Computer Vision e tecniche di AI.

computer vision

Computer Vision e Deep Learning

L’avvento dei Machine Learning(ML) prima e del Deep Learning(DL) poi, hanno portato la CV ad uno step più alto, permettendo lo sviluppo di applicazioni incredibili, come visto anche nell’articolo sul Deep Fake.

Che differenza c’è tra ML e DL?

In questo caso, la differenza principale è che un’applicazione di CV basata sul ML prevede una fase di estrazione di informazioni dai nostri dati “manuale” attraverso gli algoritmi di CV descritti prima, prima di passare alla rete neurale.

Invece attraverso algoritmi di DL, questa fase è “automatica”, e sarà il modello neurale stesso a capire quali informazioni sono più importanti all’interno dell’immagine analizzata.

Ovviamente questi modelli di DL sono molto più complessi e “grandi” rispetto ai fratelli minori del ML, ma con la potenza computazionale che abbiamo oggi a disposizione non è un problema averci a che fare.

Senza andare per le lunghe, la CV è forse l’ambito dell’AI che più ci tocca da vicino nella vita di tutti i giorni e che ancora una volta ci semplifica e ci migliora la giornata.

×