Tempo di lettura: 4 minuti

Avete presente quella sensazione che tutte le strade che state percorrendo, portano ad un’unica grande strada? Quella principale, il vostro cammino insomma.

Ce lo racconta meglio Francesco Damiano o meglio l’Indiana Jones Napoletano, che proprio di cammini è esperto. Ma è nato già col cappello del suo idolo o se l’è andato a prendere strada facendo?

Classe ’84 , occhi azzurri e cappello sempre in testa, “Frank” prima di vestire i panni da esploratore ha fatto tanti lavori, ed ognuno di loro era un pezzetto del percorso.

Citando un certo Steve Jobs “Non potete sperare di unire i puntini guardando avanti, potete farlo solo guardandovi alle spalle: dovete quindi avere fiducia che, nel futuro, i puntini che ora vi paiono senza senso possano in qualche modo unirsi”.

Prima il Master in Regia e Sceneggiatura Cinematografica a Roma, poi la realizzazione e montaggio video…ok ma che ci faccio adesso, si è chiesto Frank. Intanto arrivano altri lavori, l’ultimo dei quali in azienda.

Un luogo che non rispecchiava l’anima avventurosa del nostro Indiana Jones Napoletano, la voglia di libertà e di fare qualcosa che veramente gli appartiene, che è l’espressione dei suoi desideri. Fortunatamente ,come gli esploratori che si trovano incastrati in una grotta apparentemente senza uscita, dopo lunghi periodi di dubbi, incertezze e difficoltà, si accende la torcia dell’autoconsapevolezza.

Fermi tutti, fatemi scendere…questa non è la mia strada.

Quello che ci ha più colpito del racconto di Francesco è come è arrivato a capire qual’era la sua vera identità. In modo apparentemente semplice si è chiesto: “Cosa mi piace fare? Camminare. Camminare dove? Nei boschi e scoprire luoghi nuovi, sono una persona curiosa e nel mio territorio ci sono tantissimi percorsi, cammini, bellezze naturali che molte persone sottovalutano. Ho capito cosa volevo diventare, Guida Ambientale Escursionistica!”

Cosi si mette in cammino e attraverso l’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche (Aigae) per formarsi e prendere il brevetto, esplorando i territori della Sila e del Parco del Pollino, tra i luoghi naturalistici più belli in Italia.

Ma non basta, perchè Frank è si una guida ambientale, ma non una qualsiasi. E’ napoletano, un grande valore aggiunto in questo lavoro, è un professionista spontaneo che trasmette ai gruppi che esplorano i sentieri con lui, come ad esempio ne “Il sentiero dei Limoni” tutto l’amore, la dedizione e lo studio del territorio. Del suo territorio.

Perchè Frank ha scelto la Campania, la sua Regione, come luogo di esplorazione. Gli abbiamo chiesto come mai non ha intrapreso “altri sentieri”, ci ha risposto cosi: Mi sono chiesto: cosa mi rende felice? Raccontare i luoghi del mio territorio. Quindi resto qui.

Adesso gli è chiaro a cosa gli sono servite tutte le esperienze precedenti, per arrivare ad essere anche il creatore di meravigliose foto e video, che lui stesso durante i sopralluoghi e le giornate di escursioni scatta per divulgare la bellezza.

Ecco possiamo dire che la sua professione è “Divulgatore di bellezza ambientale”

Una parte importantissima del suo lavoro, che si svolgerebbe proprio in questo periodo se l’emergenza sanitaria non avesse bloccato gli spostamenti, sono i sopralluoghi . Studiare il sentiero, le caratteristiche geologiche, botaniche, i tempi, i livelli di difficoltà per chi insieme a lui lo ripercorrerà.

In realtà il giorno dell’escursione, ci racconta, è solo la punta dell’iceberg di una ricerca approfondita fatta mesi e mesi prima.

Siamo arrivati alla domanda fatidica, quella tanto temuta…ma il nostro Indiana Jones non ha paura di stare nel bosco da solo, figuriamoci di una domanda sul futuro!

Buoni propositi e progetti per il futuro?

” Le risposte sembra che ci debbano arrivare sempre dall’esterno, invece mi piace pensare che anche io posso fare qualcosa per sensibilizzare le persone sulla scoperta del territorio e soprattutto in direzione della sostenibilità.” Si, perchè il turismo sostenibile è una nuova tendenza che già nel 2020 sarebbe esplosa, e a causa del Covid 19 è tutto rimandato speriamo al prima possibile.

Intanto Frank l’esploratore, continua la sua ricerca, per poter far arrivare più lontano possibile il messaggio che la Campania, cosi come l’Italia intera ha un grande patrimonio ambientale e paesaggistico, tutto ancora da scoprire. Lui stesso, che cammina per sentieri di mestiere, non ha ancora scoperto tutto.

Quindi si è inventato un nuovo format ” Esploratore a domicilio” che unisce la passione per i video e per la scoperta continua con la condivisione con le persone. In che senso?

Coinvolgendo in prima persona chi gestisce, conosce o possiede anche un bene del nostro patrimonio culturale, un modo per avvicinare le persone a quanto di bello e sconosciuto già abbiamo, serve solo un grande avventuriero che lo porti alla luce…e in questo caso l’avventura la fate voi. Raccontando insieme ad Indiana Jones ciò che merita di essere valorizzato.

Il digitale, la sua competenza come montatore ed editing video facilitano il processo, presto quindi vedremo delle video esplorazioni alla scoperta di quei luoghi di cui sappiamo poco o che magari abbiamo difficoltà a raggiungere in questo particolare momento storico.

Ma perchè rinunciare al potere dell’avventura? Con l’Indiana Jones Napoletano è possibile…sempre con il suo stile ironico, leggero e ” verace”.

Francesco Damiano ci saluta cosi ” Non so dove mi porterà questa avventura, voglio stare bene, voglio continuare a camminare nei boschi e nei sentieri, dove ti senti piccolo di fronte alla natura ma la mia curiosità mi spinge avanti”

E le scarpe per andare Frank le ha, aggiungiamo noi. Augurandoci di partecipare presto ad un’escursione guidata dal nostro condottiero napoletano, per indossare il mitico cappello che ci farà sentire avventurieri per un giorno!

Commenta con Facebook😉
×