Tempo di lettura: 2 minuti

Se le persone non possono andare al Museo, il Museo va dalle persone…in che senso direte voi?

Il Museo Mann e il Madre di Napoli illuminano i loro portoni con una proiezione delle loro opere fino al 10 Gennaio. Questo vuol dire che se passate in zona centro storico entro le 22 potrete ammirare 60 opere contenute nei due Musei , illuminate sui loro portoni.

Questa iniziativa ” luminosa” è un festeggiamento simbolico per il 2021, infatti quest’anno i due Musei napoletano hanno siglato un accordo triennale di collaborazione che darà vita ad un progetto comune che avrà come tema il Mediterraneo.

Il Mann e il Madre sono molto attivi sui social network , luogo di incontro dei giovanissimi e mezzo attraverso il quale portare l’arte e la cultura alla portata di tutti, in questi giorni vediamo sui loro canali la campagna social con il logo comune ‘Mann/Madre/2021/per l’arte’.

Ma quali sono le opere che vedremo sui portoni giganteschi dei Musei di Napoli?

Il centro storico di Napoli si illuminerà dei capolavori dell’archeologia custoditi al MANN quali il dal Toro Farnese alla Venere Callipigia, dalla Battaglia di Isso alla Flora, dalla Megalografia di Boscoreale al Cavallo Mazzocchi ed altri entreranno in dialogo con le opere dei protagonisti dell’arte contemporanea quali Daniel Buren, Rebecca Horn, Mimmo Paladino, Francesco Clemente, Jannis Kounellis e tanti altri ospitate dal Museo Madre.

I due Musei sono raggiungibili in pochi minuti a piedi e sono un punto di riferimento per i cittadini e turisti da tutto il mondo. La collaborazione fra le due istituzioni prevederà, già nel 2021, progetti espositivi integrati nel quartiere e coinvolgerà esperti e curatori ma anche giovani creativi. Non mancheranno anche percorsi di formazione di nuove professionalità, summer school, residenze, borse di studio e premi per alunni, ricercatori e artisti.

E noi non vediamo l’ora che questo 2021 riparta all’insegna dell’arte e della cultura!

Commenta con Facebook😉
×